Notizie Meteo

Prima metà di gennaio 2017 in Calabria: FREDDO STORICO!

ECCOCI NUOVAMENTE CON I NOSTRI RESOCONTI CLIMATICI DEI CAPOLUOGHI DI PROVINCIA CALABRESI…

Sulla base dei dati del Centro Funzionale Multirischi della Calabria, analizziamo, pertanto, l’andamento climatico della prima metà del mese di GENNAIO 2017.

1. INIZIAMO CON ANALIZZARE L’ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE…  

…fornendo per ogni città i valori medi mensili delle minime, delle medie e delle massime:

Città Temp. Minima Temp. Media Temp. Massima
Cosenza -1,1° +3,1° +8,0°
Crotone +3,8° +7,1° +10,0°
Catanzaro +2,7° +5,2° +8,4°
Vibo Valentia +2,3° +4,5° +7,2°
Reggio Calabria (*) +6,4° +8,8° +11,6°

1.1 Escursioni termiche

Come si può notare la più grande escursione termica spetta come sempre alla città di Cosenza con 9,1° di differenza tra le medie delle massime e delle minime. La città con la più bassa escursione termica, invece, è risultata Vibo Valentia (con 4,9°).

1.2 Massime e minime assolute

La massima assoluta del periodo è stata di 15,6° il 13 gennaio a Reggio Calabria.

La minima assoluta è stata invece di -8,6° registrata l’8 gennaio nella città di Cosenza: valore che rappresenta il secondo più basso di sempre per la città bruzia!

In ogni caso, notevolissimi, sono risultate anche le minime di Catanzaro e Vibo Valentia: il capoluogo regionale, sempre l’8 gennaio, ha toccato i -4,4° valore che rappresenta il quarto più basso di sempre, dopo i -6,6° del gennaio 1968, i -5,5° del gennaio 1954, i -4,5° del febbraio 1953. Vibo Valentia, invece, con i -3° del 9 gennaio ha fatto segnare il secondo valore più basso, dietro solo ai -3,8° del dicembre 2014 (anche se la serie storica di Vibo è limitata partendo dal 2000) (per vedere le massime e minime assolute della prima metà del mese di gennaio 2017 per ogni capoluogo vedi fig.1).

Si ricorda, infine, che sono stati battuti i record di freddo di molte stazioni, come Botte Donato (vetta della Sila con i suoi 1928 m slm) che ha registrato l’incredibile valore di -17,6° battendo di gran lunga il precedente record di -15,6° del 23 e 24 gennaio 2004, e Monte Curcio (sempre in Sila) con -16,7° che batte il precedente record di -15,2° del 9 dicembre 1991. A tal proposito si legga il nostro articolo di report dei record sopra riportati pubblicato l’8 gennaio 2017.

1.3 Le città più fredde e più calde

Analizzando i valori medi abbiamo che la città capoluogo più calda è risultata Reggio Calabria con +8,8° e Crotone con +7,1°.

La città più fredda è risultata invece Cosenza, con una temperatura media di soli 3,1° “battendo” le città di Vibo Valentia (4,5°) e Catanzaro (5,2°) (per vedere le temperature medie della prima metà del mese di gennaio 2017 per ogni capoluogo vedi fig.2).

1.4 Anomalie di temperatura

Vediamo adesso quanto questi valori si discostano dalle medie del periodo.

Ebbene, analizzando i dati forniti sempre dal Centro Funzionale Multirischi della Calabria, per il ventennio 1987-2006, per la prima metà del mese di GENNAIO, vediamo che:

Città Media della prima metà di GEN nel periodo 1987-2006 Anomalia termica della prima metà di GEN 2017
Cosenza +7,5° – 4,4°
Crotone +10,3° – 3,2°
Catanzaro +9,0° – 3,8°
Vibo Valentia +8,5 (*) – 4,0°
Reggio Calabria +12,1° – 3,3°

(*) riferite al periodo 2000-2015

Per vedere su carta le anomalie termiche della prima metà del mese di gennaio 2017 per ogni capoluogo vedi fig.3.

2. ANALIZZIAMO ORA LE PIOGGE…

…fornendo per ogni città i valori di pioggia e il numero di giorni piovosi:

Città Pioggia periodo [mm] N° giorni di pioggia (*)
Cosenza 44,6 8
Crotone 35,8 4
Catanzaro 43 8
Vibo Valentia 31,6 6
Reggio Calabria 41,4 9

(*) per giorno piovoso, in questa sede, si intende un giorno in cui il pluviometro ha segnato un accumulo maggiore o uguale a 0,2 mm.

In figura 4, si riportano i valori di pioggia della prima metà del mese di GENNAIO 2017.

2.1 Anomalie di pioggia

Le medie del periodo 1987-2006 e le relative anomalie, risultano, invece (vedi fig. 5):

Città Media di precipitazioni

(prima metà di GEN)

[mm]

Anomalia di precipitazione 

(prima metà GEN 2017)

[mm]

Anomalia di precipitazione

(prima metà GEN 2017)

rispetto alla media 

Cosenza 44,5 +0,1 0%
Crotone 38,4 -2,6 – 7%
Catanzaro 54,8 -11,8 – 21%
Vibo Valentia 54,2 -22.6 – 41%
Reggio Calabria 43,6 -2,2 – 5%

3. SINTESI CLIMATICA DELLA PRIMA META’ DI GENNAIO 2017 PER LE CITTA’ CAPOLUOGO CALABRESI

Da un punto di vista termometrico, periodo eccezionalmente freddo. Attenzione: l’enfasi immessa in questa affermazione NON E’ FUORI LUOGO come qualche “scettico” potrebbe pensare: sono, infatti, caduti alcuni record storici di freddo, e molte città, durante l’ondata di freddo artico-continentale iniziata sin dal 5 gennaio (che ha fatto affluire sulla Calabria isoterme in aria libera a 850 hPa davvero record, come la -14° sin sul Pollino), hanno sperimentato numerose minime negative e addirittura alcune “giornate di ghiaccio” (si intendono tali i giorni in cui, nell’intero arco delle 24 ore, la temperatura è sempre inferiore o al massimo uguale a 0°). Ad esempio Cosenza ha registrato ben 9 minime negative su 15 giorni: di questi 9 valori ben 7 si sono registrati di seguito dal 6 al 12 gennaio. Questo si riflette nella media dei valori minimi che è al di sotto dello zero: -1,1°! Anche Catanzaro, non molto avvezza a sperimentare valori negativi della temperatura a causa della sua esposizione che la rende molto refrattaria al verificarsi di fenomeni di “inversione termica”, ne ha registrato ben 4 proprio come Vibo Valentia che però nel suo carnet può “vantare” addirittura una giornata di ghiaccio il 7 gennaio 2017, con una massima di -0,8°!!!! Notevoli anche le minime di Reggio Calabria (1,2° del 6 gennaio 2017 durante la clamorosa nevicata che ha interessato per la seconda volta in 3 anni la città dello Stretto) e Crotone con 0,9° del 7 gennaio, con fiocchi di neve svolazzanti nell’aria.

Da un punto di vista pluviometrico, periodo sostanzialmente in media per Cosenza, Crotone e Reggio Calabria, un po’ più secco per Catanzaro e Vibo Valentia.

Foto in copertina riferita a Cosenza ripresa dal drone sotto la neve del 11 gennaio 2017. Autore: Giuseppe Capalbo 

FIGURA 1

FIGURA 2

FIGURA 3

FIGURA 4

FIGURA 5

I nostri meteo link rapidi:

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button