Notizie Meteo

Resoconto della prima metà di gennaio 2016: ma è stato inverno, o una dolce primavera?

ECCOCI NUOVAMENTE CON I NOSTRI RESOCONTI CLIMATICI DEI CAPOLUOGHI DI PROVINCIA CALABRESI…

Sulla base dei dati del Centro Funzionale Mutlirischi della Calabria, analizziamo, pertanto, l’andamento climatico della prima metà del mese di GENNAIO 2016.

1. INIZIAMO CON L’ANALIZZARE L’ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE…  

…fornendo per ogni città i valori medi mensili delle minime, delle medie e delle massime:

Città Temp. Minima Temp. Media Temp. Massima
Cosenza +8,0° +11,6° +15,0°
Crotone +11,6° +14,6° +18,3°
Catanzaro +9,5° +11,9° +14,6°
Vibo Valentia +8,6° +11,0° +13,8°
Reggio Calabria +12,5° +14,9° +17,7°

1.1 Escursioni termiche

Come si può notare la più grande escursione termica spetta come sempre alla città di Cosenza (7,2° di differenza tra le medie delle massime e delle minime): valore comunque molto basso causato da una mite ventilazione occidentale che ha dominato il periodo in esame.

La città con la più bassa escursione termica, invece, è risultata Catanzaro (soli 5,1°).

1.2 Massime e minime assolute

La massima assoluta del periodo è stata addirittura di 22,3° il 5 gennaio a Reggio Calabria; la minima assoluta è stata invece di -0,7° l’1 gennaio dicembre registrata nella città di Cosenza (per vedere le massime e minime assolute della prima metà del mese di gennaio 2016 per ogni capoluogo vedi fig.1). Insomma valori veramente alti per il periodo, a causa di una situazione sinottica dominata, come già anticipato, da ventilazione occidentale pressochè costante per tutto il periodo.

1.3 Le città più fredde e più calde

Analizzando i valori medi abbiamo che: la città capoluogo più calda è risultata di gran lunga Reggio Calabria (+14,9°) seguita da Crotone (+14,6°) (per vedere le temperature medie della prima metà del mese di gennaio 2016 per ogni capoluogo vedi fig.2).

La città più fredda è risultata invece Vibo Valentia, con una temperatura media di 11,0° “battendo” la città di Cosenza (11,9°) che questa volta, senza l’aiuto delle sue notti fredde anticicloniche, deve cedere il posto più alto di questo particolare podio.

1.4 Anomalie di temperatura

Vediamo adesso quanto questi valori si discostano dalle medie del periodo.

Ebbene, analizzando i dati forniti sempre dal Centro Funzionale Multirischi della Calabria, per il ventennio 1987-2006, per la prima metà del mese di dicembre, vediamo che:

Città Media nel periodo 1987-2006 Anomalia termica della prima metà di gennaio  2016
Cosenza +7,5° +4,1°
Crotone +10,3° +4,3°
Catanzaro +9,0° +2,9°
Vibo Valentia
Reggio Calabria +12,1° +2,8°

 

Nulla purtroppo si può dire per Vibo Valentia le cui osservazioni in telecontrollo sono incominciate solo intorno al 2000, quindi un campione di dati troppo poco significativo. (per vedere su carta le anomalie termiche della prima metà del mese di gennaio 2016 per ogni capoluogo vedi fig.3).

Un periodo pertanto complessivamente MOLTO PIU’ CALDO DELLA MEDIA, addirittura di oltre 4° a Cosenza e Crotone, e di quasi 3° a Catanzaro e Reggio Calabria.

Tale risultato è confermato non solo per i valori medi, ma anche per quelli minimi:

Città Media dei valori minimi

nel periodo 1987-2006

Anomalia termica delle minime della prima metà di GENNAIO 2016
Cosenza +3,8° +4,2°
Crotone +6,5° +5,1°
Catanzaro +6,8° +2,7°
Vibo Valentia
Reggio Calabria +9,0° +3,5°

 

e massimi:

Città Media dei valori massimi

nel periodo 1987-2006

Anomalia termica delle massime della prima metà di GENNAIO 2016
Cosenza +11,8° +3,2°
Crotone +14,1° +4,2°
Catanzaro +11,6° +3,0°
Vibo Valentia
Reggio Calabria +15,4° +2,3°

 

Valori insomma che rendono questa prima parte del mese di gennaio simile, termicamente, ai valori medi di aprile. 

 

2. ANALIZZIAMO ORA LE PIOGGE…

…fornendo per ogni città i valori mensili di pioggia e il numero di giorni piovosi:

Città Pioggia periodo [mm] N° giorni di pioggia
Cosenza 104 12
Crotone 0,4 2
Catanzaro 72,8 8
Vibo Valentia 56,6 11
Reggio Calabria 32,2 8

In figura 4, si riportano i valori di pioggia della prima metà del mese di gennaio 2016.

2.1 Anomalie di pioggia

Le medie del periodo 1987-2006 (in questo caso è possibile analizzare anche i dati della città di Vibo Valentia) e le relative anomalie, risultano, invece (vedi fig. 5):

 

Città Media di precipitazioni

(prima metà di gennaio)

[mm]

Anomalia di precipitazione 

(prima metà gennaio 2016)

[mm]

Anomalia di precipitazione

(prima metà gennaio 2016)

rispetto alla media 

Cosenza 44,5 +59,5 +134%
Crotone 38,4 -38 -99,0%
Catanzaro 54,8 +18 +33%
Vibo Valentia 54,2 +2,4 +4,4%
Reggio Calabria 43,6 -11,4 -26,0%

 

Quindi prima parte del mese che, stante l’assetto barico dominato da miti e umide correnti atlantiche è stata: molto piovosa soprattutto a Cosenza, ma anche a Catanzaro; in piena media a Vibo Valentia; un pò sotto media Reggio Calabria; ancora completamente a secco Crotone, il cui periodo siccitoso dura ormai dal 28 novembre scorso.

 

3. SINTESI CLIMATICA DELLA PRIMA META’ DI GENNAIO 2016 PER LE CITTA’ CAPOLUOGO CALABRESI

Periodo ECCEZIONALMENTE PIU’ CALDO DELLA MEDIA con anomalie che vanno dai +2,8° di Reggio Calabria ai +4,3° di Crotone: anche Cosenza (+4,1°) e Catanzaro (+2,9°) confermano le incredibili anomalie.

Da un punto di vista PLUVIOMETRICO, continua la siccità del crotonese dove si registrano anche nella prima parte di gennaio 2016 deficit pluviometrici importanti (nella città pitagorica non piove in maniera decente dal 25 novembre 2015!!!!!!) Di contro periodo molto piovoso per Cosenza (+134% rispetto alla media) e moderatamente piovoso per Catanzaro (+33%). 

Foto di copertina scattata dal drone di Capalbo Giuseppe.

FIGURA 1

FIGURA 2

gennaio 2016

FIGURA 3

FIGURA 4

FIGURA 5

I nostri meteo link rapidi:

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button