In EvidenzaNotizie Meteo

Resoconto climatico di settembre 2020 in Calabria: fra nevicate e cicloni tropicali

Resoconto climatico di settembre 2020 in Calabria: fra nevicate e cicloni tropicali

RIECCO NUOVAMENTE I NOSTRI RESOCONTI CLIMATICI DEI CAPOLUOGHI DI PROVINCIA CALABRESI…

Sulla base dei dati del Centro Funzionale Multirischi della Calabria, analizziamo, pertanto, l’andamento climatico del mese di SETTEMBRE 2020.

 

1. INIZIAMO CON ANALIZZARE L’ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE…  

…fornendo per ogni città i valori medi mensili delle minime, delle medie e delle massime:

Città Temp. Minima (°C) Temp. Media (°C) Temp. Massima (°C)
Cosenza +15,7 +21,8 +29,1
Crotone (*) +22,1 +25,0 +27,7
Catanzaro +19,9 +23,4 +27,6
Vibo Valentia +18,3 +21,3 +25,4
Reggio Calabria +22,0 +24,8 +28,4

(*) manca il dato del 16 settembre

 

1.1 Escursioni termiche

Come si può notare la più grande escursione termica spetta sempre alla città di Cosenza (13,3 °C di differenza tra le medie delle massime e delle minime) che presenta, come usuale, la media minime più bassa +15,7°C e la media massime più alta +29,1°C, confermando le sue caratteristiche continentali.

La città con la più bassa escursione termica, invece, è Crotone (soli 5,6°C di differenza tra le medie di minime e massime).

Le città con le più alte medie delle minime sono risultate Crotone con +22,1°C e Reggio Calabria con +22,0°C.

 

1.2 Massime e minime assolute

La massima assoluta del mese è stata di +33,6°C registrata il 10 settembre a Cosenza. La minima assoluta è stata di +9,8°C sempre a Cosenza il 30 settembre (per vedere le massime e minime assolute di settembre 2020 per ogni capoluogo si veda la figura successiva).

 

1.3 Le città più fredde e calde

Se analizziamo i valori medi abbiamo che: la città capoluogo più calda è risultata Crotone (+25,0 °C).

La città meno calda è risultata Vibo Valentia con +21,3 °C (per vedere le temperature medie di settembre 2020 per ogni capoluogo vedi figura successiva). 

 

1.4 Anomalie di temperatura

Vediamo adesso quanto questi valori si discostano dalle medie del periodo.

Ebbene, analizzando i dati forniti sempre dal Centro Funzionale Mutlirischi della Calabria, per il ventennio 1987-2006, per il mese di SETTEMBRE, vediamo che le temperature medie e le relative anomalie del 2020 sono:

Città Media di SETTEMBRE

nel periodo 1987-2006 (°C)

Anomalia termica di SETTEMBRE 2020 (°C)
Cosenza +21,1 + 0,7
Crotone +22,8 + 2,2
Catanzaro +21,5 + 1,9
Vibo Valentia (*) +20,1 + 1,2
Reggio Calabria +24,1 + 0,7

 

(*) relativa al periodo 2000-2015

Per vedere su carta le anomalie termiche di SETTEMBRE 2020 per ogni capoluogo vedi figura successiva).

 

2. ANALIZZIAMO ORA LE PIOGGE…

…fornendo per ogni città i valori mensili di pioggia e il numero di giorni piovosi:

Città Pioggia mensile [mm] N° giorni di pioggia

(giorni con pioggia giornaliera  0,2 mm)

Cosenza 116,4 13
Crotone          47,4 5
Catanzaro 33,8 8
Vibo Valentia  57,4 11
Reggio                     Calabria 109,2 11

Dati rappresentati in figura successiva.

 

2.1 Anomalie di pioggia

Le medie del periodo 1987-2006 (in questo caso è possibile analizzare anche i dati della città di Vibo Valentia) e le relative anomalie, risultano, invece (vedi fig. successiva):

Città Media di precipitazioni

(SETTEMBRE)

[mm]

Anomalia di precipitazione 

(SETTEMBRE 2020)

[mm]

Anomalia di precipitazione

(SETTEMBRE 2020)

rispetto alla media 

Cosenza 65,8 + 50,6 + 77%
Crotone 50,4 – 3,0 – 6%
Catanzaro 70,2 – 36,4 – 52%
Vibo Valentia 62,0 – 4,6 – 7%
Reggio Calabria 53,7 + 55,5 + 103%

 

 

3. SINTESI CLIMATICA DI SETTEMBRE 2020 IN CALABRIA PER LE CITTA’ CAPOLUOGO CALABRESI

Da un punto di vista TERMOMETRICO settembre 2020 è stato un mese molto caldo, con anomalie termiche variabili tra +0,7°C di Reggio Calabria e Cosenza e i +2,2°C di Crotone e +1,9°C di Catanzaro

I dati di temperatura globale riferite alla parte bassa della troposfera (low level troposphere – LLT), basati su osservazioni satellitari allo spettro delle microonde (progetto Global Temperature Report dell’Università dell’Alabama), si trovano grosso modo in accordo con le nostre analisi basate su stazioni a terra mostrando aree più calde della media sulla Calabria tra +0,5°C e +1,5°C.

 

Sebbene indubbiamente caldo, il mese ha comunque registrato un evento molto particolare, cioè la “fioccata” avvenuta il 26 settembre sulle vette della Sila e del Pollino, causata dall’affondo di una saccatura Atlantica alimentata da aria di origine Polare.

Al di là di qualche frammentaria testimonianza del passato, è la prima “nevicata” (seppur debolissima) di cui esistono prove certe nel mese di settembre in Calabria: a tal proposito si rimanda al nostro articolo dell’epoca.

Da un punto di vista PLUVIOMETRICO è stato un mese molto variegato:

  • molto piovoso su Cosenza e Reggio Calabria, con surplus rispettivamente del 77% e del 103%,
  • normalmente piovoso su Crotone e Vibo Valentia, con deficit esigui,
  • poco piovoso su Catanzaro, dove è piovuto circa la metà di ciò che dovrebbe “mediamente” piovere in settembre.

Di seguito si riporta anche la mappa delle anomalie di pioggia come elaborate dal sito meteonetwork.it che, nel caso della Calabria, analizza tutte le stazioni dell’Arpacal: si notino i valori di surplus molto elevati proprio sull’area dello Stretto di Messina e sul Cosentino interno e Tirrenico.

Si noti che i valori quasi in media di Crotone, e quelli addirittura sopra le medie di Isola Capo Rizzuto, sono stati prodotti quasi esclusivamente da un solo evento verificatosi intorno a metà mese, cioè il ciclone di tipo tropicale denominato “Udine”, il quale ha raggiunto l’intensità di uragano ed ha solo sfiorato, nel suo percorso, la Calabria nel territorio del basso Crotonese giorno 17 settembre, apportando 33 mm sulla città Pitagorica e ben 148,4 mm nel comune di Isola Capo Rizzuto: per una analisi dettagliata del suddetto fenomeno si rimanda al nostro articolo di approfondimento “Ciclone di tipo tropicale Udine: analisi tecnica“.

 

www.meteoincalabria.com

I nostri meteo link rapidi:

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button