Notizie Meteo

Novembre 2016 in Calabria, tra alluvioni e mitezza: ecco i dati!

ECCOCI NUOVAMENTE CON I NOSTRI RESOCONTI CLIMATICI DEI CAPOLUOGHI DI PROVINCIA CALABRESI…

Sulla base dei dati del Centro Funzionale Multirischi della Calabria, analizziamo, pertanto, l’andamento climatico del mese di NOVEMBRE 2016.

1. INIZIAMO CON L’ANALIZZARE L’ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE…  

…fornendo per ogni città i valori medi mensili delle minime, delle medie e delle massime:

Città Temp. Minima Temp. Media Temp. Massima
Cosenza +8,5° +12,3° +17,5°
Crotone +12,9° +16,0° +18,8°
Catanzaro +11,8° +14,3° +17,5°
Vibo Valentia +10,8° +13,4° +16,9°
Reggio Calabria +15,1° +17,6° +20,6°

 

1.1 Escursioni termiche

Come si può notare la più grande escursione termica spetta sempre alla città di Cosenza (9° di differenza tra le medie delle massime e delle minime).

La città con la più bassa escursione termica, invece, è risultata Reggio Calabria (soli 5,5° di differenza tra le medie di minime e massime) e Catanzaro con 5,6°.

1.2 Massime e minime assolute

La massima assoluta del mese è stata di 24,6° registrata il 7 novembre a Crotone. La minima assoluta è stata di soli 1,3° a Cosenza il 30 nvembre (per vedere le massime e minime assolute di novembre 2016 per ogni capoluogo vedi fig.1).

1.3 Le città più fredde e calde

Se analizziamo i valori medi abbiamo che: la città capoluogo più calda è risultata Reggio Calabria (+17,6°) seguita da Crotone (+16,0°) (per vedere le temperature medie di novembre 2016 per ogni capoluogo vedi fig.2).

La città più fredda è risultata invece Cosenza con una temperatura media di 12,3° che mostra anche le temperature minime più basse (+8,5° di media). A ruota segue Vibo Valentia con 13,4° e più distanziata Catanzaro con 14,3°.

1.4 Anomalie di temperatura

Vediamo adesso quanto questi valori si discostano dalle medie del periodo.

Ebbene, analizzando i dati forniti sempre dal Centro Funzionale Mutlirischi della Calabria, per il ventennio 1987-2006, per il mese di novembre, vediamo che le temperature medie e le relative anomalie del 2016 sono:

Città Media di novembre

nel periodo 1987-2006

Anomalia termica di novembre 2016
Cosenza +11,8° +0,5°
Crotone +14,6° +1,4°
Catanzaro +13,3° +1,0°
Vibo Valentia (*) +13,2° (*) +0,2°
Reggio Calabria +16,4° +1,2°

 

(*) relativa al periodo 2000-2015

Per vedere su carta le anomalie termiche di novembre 2016 per ogni capoluogo vedi fig.3).

 

2. ANALIZZIAMO ORA LE PIOGGE…

…fornendo per ogni città i valori mensili di pioggia e il numero di giorni piovosi:

Città Pioggia mensile [mm] N° giorni di pioggia

(giorni con pioggia giornaliera  0,2 mm)

Cosenza 190,2 12
Crotone          147,6 16
Catanzaro 205,6 15
Vibo Valentia  114,4 13
Reggio                     Calabria 80,4 11

Dati rappresentati in figura 4.

 

2.1 Anomalie di pioggia

Le medie del periodo 1987-2006 (in questo caso è possibile analizzare anche i dati della città di Vibo Valentia) e le relative anomalie, risultano, invece (vedi fig. 5):

 

Città Media di precipitazioni

(novembre)

[mm]

Anomalia di precipitazione 

(novembre 2016)

[mm]

Anomalia di precipitazione

(novembre 2016)

rispetto alla media 

Cosenza 128,6 +61,6 +48%
Crotone 87,7 +59,9 +68%
Catanzaro 133,0 +72,6 +54%
Vibo Valentia 101,3 +13,1 +13%
Reggio Calabria 76,9 +3,5 +5%

Insomma un mese di novembre 2016 molto piovoso quasi ovunque.

 

2.2 Anomalie di giorni piovosi

Le medie del periodo 1987-2006 (in questo caso è possibile analizzare anche i dati della città di Vibo Valentia) e le relative anomalie, risultano, invece:

Città Media di giorni piovosi (*)

(novembre)

Anomalia di giorni piovosi (*)

(novembre 2016)

Cosenza 10,9 +1,1
Crotone 7,7 +8,3
Catanzaro 10,5 +4,5
Vibo Valentia 9,7 +3,3
Reggio Calabria 8,7 +2,3

(*) In questa sede si considera “giorno piovoso” quello con pioggia giornaliera  0,2 mm.

 

3. SINTESI CLIMATICA DI NOVEMBRE 2016 PER LE CITTA’ CAPOLUOGO CALABRESI

Da un punto di vista TERMOMETRICO mese abbastanza mite soprattutto sulle aree ioniche: Crotone presenta un’anomalia di +1,4°, Catanzaro +1,0°; notevole anche il dato di Reggio Calabria più mite rispetto alla media di +1,2°. Più contenute Cosenza, con soli +0,5° rispetto alla media del periodo, e Vibo Valentia che con +0,2° si conferma quasi del tutto in media.

Anomalie termiche sostanzialmente confermate dalle analisi dei dati di temperatura della bassa troposfera satellitari del progetto Remote Sensing System che mostrano aree leggermente più calde (in rosso) per novembre 2016 sui versanti adriatici e i Balcani, come mostrato in figura 6, a fronte del freddo anomalo registrato su penisola Iberica e sulla Scandinavia. 

Da un punto di vista PLUVIOMETRICO si registra un mese molto piovoso ovunque, con il picco di 205,6 mm di Catanzaro ed i valori molto alti di Cosenza (190,2 mm) e Crotone (147,6 mm): ma mentre nelle prime due città le piogge si sono distribuite più o meno uniformemente, nella città pitagorica spicca un dato giornaliero di rilievo, ben 69,8 mm il 25 novembre, in occasione del peggioramento che, come testimoniato nel nostro articolo dell’epoca, scaricò ingenti quantità di pioggia soprattutto sul reggino ionico (locride) e sul crotonese: clamoroso il dato di Sant’Agato del Bianco (RC) che quel giorno accumulò ben 393 mm: praticamente cadde in un giorno 1/3 (e più) del quantitativo d’acqua che normalmente dovrebbe registrarsi in un’anno!

 

FIGURA 1

FIGURA 2

FIGURA 3

FIGURA 4

FIGURA 5

FIGURA 6

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button