Notizie Meteo

È prossimo il caldo africano? Facciamo chiarezza

Si fa un gran parlare di una imminente ondata di caldo africano che starebbe per interessare l'Italia e la nostra regione, con picchi di temperature che, a detta di alcuni, farebbero invidia alla Death Valley. Ebbene, noi di www.meteoincalabria.com, sentiamo la necessità di ridimensionare se non addirittura smentire tali esagerate notizie, che hanno l'unico scopo di garantire quanti più clic possibile.

Certamente da martedì, come si può osservare dalle mappe del modello ECMWF a 500 hPa (figura 1) e 850 hPa (figura 2), è prevista una veemente rimonta dell'anticiclone subtropicale (vedasi l'area "rosso fuoco" in basso a sinistra di figura 1) ma essa andrà ad interessare prevalentemente il Nord Africa occidentale (da cui ha origine), la Spagna, la Francia e addirittura il sud dell'Inghilterra con temperature di circa +24 gradi alla quota di 1600 m slm (vedi figura 2).

Vista la particolare inclinazione dell'asse del promontorio (praticamente con direzione nord-sud) l'Italia, e a maggior ragione la Calabria, si troveranno sul bordo orientale di tale rimonta anticiclonica, lontana dal nucleo rovente suddetto: sempre la figura 3 mostra infatti come i valori termici sulla nostra regione si attesteranno intorno ai +15 gradi a 850 hPa, valori pienamente nella media del periodo che, quindi, produrranno un caldo estivo gradevole.

Per il prosieguo vale come al solito la prudenza: ricordiamo che le previsioni oltre i 4/5 giorni hanno affidabilità bassissime, anche se si parla dell'anticiclone africano che, come spiegato in altre occasioni, grazie alle sue caratteristiche fisiche, presenta dinamiche più facilmente prevedibili. Ricordiamo, incidentalmente, che qualche giorno fa gli stessi modelli prevedevano la rimonta direttamente su di noi con valori termici elevatissimi, cosa che, con questo articolo, abbiamo definitivamente scartato.

Fatta questa premessa, il prosieguo, cioè da mercoledì 1 luglio in poi, al momento, vede una tendenza di fondo confermata da tutti i modelli: cioè la graduale rotazione oraria dell'asse dell'anticiclone subtropicale che quindi, investirebbe col suo nucleo caldo anche i nostri territori. Ma a tal proposito sono da sottolineare alcuni punti:
– i valori termici saranno caldi sì, ma non roventi: +20 gradi a 1600 m slm circa, cioè circa 35/36 gradi di max nelle zone interne vallive nostrane;
– il modello europeo ECMWF vede per sabato (figura 4) addirittura una retrogressione dai Balcani di un nucleo di aria relativamente fredda in quota (l'area arancione sui Balcani) che incuneandosi nella zona anticiclonica, potrebbe influenzare il tempo del sud Italia con instabilità pomeridiana; sud che quindi sarebbe protetto dal nucleo caldo dell'anticiclone africano che sarebbe sempre confinato su Spagna e Francia meridionale.

Come si vede le previsioni sono meno tragiche di quelle prospettate da alcuni media. Per una corretta informazione meteo invitiamo sempre a seguire i nostri aggiornamenti su www.meteoincalabria.com

(Fig.1)

(Fig.2)

(Fig.3)

(Fig.4)

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button