Notizie Meteo

Prima metà di luglio 2017: molto caldo e secco, mentre gli incendi interessano migliaia di ettari!

ECCOCI NUOVAMENTE CON I NOSTRI RESOCONTI CLIMATICI DEI CAPOLUOGHI DI PROVINCIA CALABRESI…

Sulla base dei dati del Centro Funzionale Multirischi della Calabria, analizziamo, pertanto, l’andamento climatico della prima metà del di LUGLIO 2017.

1. INIZIAMO CON ANALIZZARE L’ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE…  

…fornendo per ogni città i valori medi mensili delle minime, delle medie e delle massime:

Città Temp. Minima Temp. Media Temp. Massima
Cosenza +18,9° +26,4° +33,7°
Crotone +23,7° +27,4° +31,5°
Catanzaro +22,1° +26,0° +30,6°
Vibo Valentia +20,3° +24,0° +28,0°
Reggio Calabria (*) +24,5° +27,5° +31,6°

1.1 Escursioni termiche

Come si può notare la più grande escursione termica spetta come sempre alla città di Cosenza con 14,8° di differenza tra le medie delle massime e delle minime.

La città con la più bassa escursione termica, invece, è risultata Reggio Calabria (con 7,1°).

1.2 Massime e minime assolute

La massima assoluta del periodo è stata di 38,8° il 12 luglio a Reggio Calabria.

La minima assoluta è stata invece di +13,7° registrata il 4 luglio nella città di Cosenza: insomma, la città bruzia conferma sempre le sue caratteristiche tipicamente “continentali” (per vedere le massime e minime assolute della prima metà del mese di luglio 2017 per ogni capoluogo vedi fig.successiva).

Prima metà di luglio 2017

1.3 Le città più fredde e più calde

Analizzando i valori medi abbiamo che la città capoluogo più calda è risultata Reggio Calabria con +27,5° e Crotone con +27,4°.

La città più fredda è risultata invece Vibo Valentia, con una temperatura media di 24,0° (per vedere le temperature medie della prima metà del mese di luglio 2017 per ogni capoluogo vedi fig.successiva).

Prima metà di luglio 2017

1.4 Anomalie di temperatura

Vediamo adesso quanto questi valori si discostano dalle medie del periodo.

Ebbene, analizzando i dati forniti sempre dal Centro Funzionale Multirischi della Calabria, per il ventennio 1987-2006, per la prima metà del mese di luglio, vediamo che:

Città Media della prima metà di LUG nel periodo 1987-2006 Anomalia termica della prima metà di LUG 2017
Cosenza +24,8° + 1,6°
Crotone +25,9° + 1,5°
Catanzaro +24,2° + 1,8°
Vibo Valentia +22,8 (*) + 1,2°
Reggio Calabria +26,3° + 1,2°

(*) riferite al periodo 2000-2015

Per vedere su carta le anomalie termiche della prima metà del mese di luglio 2017 per ogni capoluogo vedi fig.successiva.

Prima metà di luglio 2017

2. ANALIZZIAMO ORA LE PIOGGE…

…fornendo per ogni città i valori di pioggia e il numero di giorni piovosi:

Città Pioggia periodo [mm] N° giorni di pioggia (*)
Cosenza 0 0
Crotone 0 0
Catanzaro 0 0
Vibo Valentia 0 0
Reggio Calabria 0 0

(*) per giorno piovoso, in questa sede, si intende un giorno in cui il pluviometro ha segnato un accumulo maggiore o uguale a 0,2 mm.

In figura successiva, si riportano i valori di pioggia della prima metà del mese di luglio 2017.

2.1 Anomalie di pioggia

Le medie del periodo 1987-2006 e le relative anomalie, risultano, invece (vedi fig. successiva):

Città Media di precipitazioni

(prima metà di LUG)

[mm]

Anomalia di precipitazione 

(prima metà LUG 2017)

[mm]

Anomalia di precipitazione

(prima metà LUG 2017)

rispetto alla media 

Cosenza 8,2 – 8,2 – 100%
Crotone 5,6 – 5,6 – 100%
Catanzaro 16,8 – 16,8 – 100%
Vibo Valentia 30 – 30 – 100%
Reggio Calabria 3,6 – 3,6 – 100%

3. SINTESI CLIMATICA DELLA PRIMA META’ DI LUGLIO 2017 PER LE CITTA’ CAPOLUOGO CALABRESI

Da un punto di vista termometrico, continua, costante ormai da 5 mesi, la fase calda con anomalie positive pesanti comprese tra i +1,2° di Reggio Calabria e Vibo Valentia, e i +1,8° di Catanzaro, passando per i +1,5° di Crotone e i +1,6° di Cosenza, certamente causate dall’anomala ondata di aria calda di origine subtropicale continentale, cioè proveniente dai vasti territori desertici del Nord Africa, che ha interessato la nostra regione tra il 6 e il 13 luglio, con temperature che hanno superato, nelle zone interne vallive, anche i 41°: si ricordano, in particolare, i 41,4° di Torano Scalo (CS) e i 40,9° di Sellia Superiore (CZ) nella giornata del 12 luglio.

Da un punto di vista pluviometrico si registra un periodo COMPLETAMENTE SECCO OVUNQUE: neanche una goccia d’acqua è caduta nei primi 15 giorni di luglio, in nessun capoluogo di provincia calabrese: e la siccità peggiora.

4. MONITORAGGIO INCENDI

Su tutto il territorio regionale sono stati registrati centinaia e centinaia di focolai o roghi, individuati dal sensore VIIRS montato sul satellite NASA/NOAA Suomi National Polar-orbiting Parnershp (SNPP) che, sfruttando un particolare algoritmo, riesce a individuare i punti del territorio che si riscaldano in maniera anomala (hotspot) e che, quindi, sono indice di un focolaio o rogo.

Ecco la mappa dei roghi rilevati dal 1 al 15 luglio 2017: con il simbolo azzurro si indicano quelli scoppiati dall’ 1 al 7 luglio e col simbolo color arancio quelli scoppiati dall’ 8 al 15 luglio (clicca sull’immagine per ingrandire):

Le località interessate da incendi sono state ben 73, per un totale di 10.993 ettari di territorio, così suddivise per province:

provincia di Cosenza: sono state interessate da incendi 33 località per un totale di 4.438 ettari pari allo 0,66% dell’intero territorio provinciale;

provincia di Crotonesono state interessate da incendi  6 località per un totale di 1.703 ettari pari allo 0,99% dell’intero territorio provinciale;

provincia di Catanzarosono state interessate da incendi  6 località per un totale di 710 ettari pari allo 0,29% dell’intero territorio provinciale;

provincia di Vibo Valentiasono state interessate da incendi  5 località per un totale di 634 ettari pari allo 0,55% dell’intero territorio provinciale;

provincia di Reggio Calabriasono state interessate da incendi  23 località per un totale di 3.508 ettari pari allo 1,09% dell’intero territorio provinciale;

Per ulteriori dati si rimanda al progetto “European Forest Fire Information System” (EFFIS) del programma europeo Copernicus “Emergency Management Service”.

I nostri meteo link rapidi:

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button