Notizie Meteo

Piogge abbondanti su tutti i versanti ionici. Nevicate intense in atto sulla Sila!!!!

Come descritto nei precedenti articoli, la Calabria da ieri sera è interessata da una intensa ondata di maltempo che sta colpendo soprattutto i versanti ionici.

L'immagine radar della Protezione Civile delle ore 7:50 (figura 1) è eloquente: tutta la Calabria centro-settentrionale, e marcatamente i versanti orientali, è interessata da piogge estese di intensità moderata che nella notte hanno invece colpito il reggino e il vibonese localmente con episodi temporaleschi (come sui versanti ionici reggini e catanzaresi).

Si segnalano che, dalla mezzanotte sino alle 7:00, sono caduti:

ben 58 mm a Catanzaro città (dato Centro Funzionale Multirischi dell'ARPACAL) dove sono attualmente in atto piogge intense e grandinate,

49 mm a Santa Caterina dello Ionio (CZ) (dato Centro Funzionale Multirischi dell'ARPACAL),

55 mm a Soverato MArina (CZ) (dato Centro Funzionale Multirischi dell'ARPACAL)

61 mm a Palermiti (CZ) (dato Centro Funzionale Multirischi dell'ARPACAL)

38 mm a Girifalco (CZ) (dato Centro Funzionale Multirischi dell'ARPACAL)

e dalla rete di stazioni meteo amatoriali consultabile sul nostro sito nella sezione METEOLIVE:

22,1 mm a Botricello (CZ),

16 mm a Crotone (che finalmente vede alleviare la sua siccità del trimestre invernale),

29,7 mm a Soveria Mannelli (CZ),

33,2 mm a Savelli (KR),

22,1 mm a Rossano (CS),

16,3 mm a Corigliano – Schiavonea (CS)

come si vede tutte località esposte sui versanti ionici.

Piogge ben meno abbondanti, attestantisi sui 3 – 8 mm, nella valle del Crati dove comunque al momento è in atto un temporale.

Il peggioramento inoltre, come previsto, ha riportato la neve sui nostri monti: particolarmente esposta la Sila Piccola dove nevica sin dalla notte ai 1200/1300 di Taverna (località Pantane), vedi figura 2, e Villaggio Mancuso (figura 3) dell'Associazione Meteo Presila. Da qualche minuto ha infine iniziato a nevicare su Lorica (figura 4) e Camigliatello Silano (figure 5 e 6). Sulle piste di sci di fondo di Carlomagno (figura 7), infine, il manto, complice anche le nevicate dei giorni scorsi, sembra ormai aver raggiunto uno spessore sufficiente per l'apertura stabile delle piste.

Il tempo continuerà ad essere perturbato soprattutto sui versanti ionici almeno fino al tardo pomeriggio: in questo lasso di tempo ci sarà spazio per piogge localmente abbondanti e a carattere di rovescio o temporale e nevicate che nei momenti di precipitazioni più intense cadranno sino a quote di 1200/1300 m anche se si attesteranno stabilmente oltre i 1400/1500 m slm.

fig 1

 

fig 2

 

fig 3

 

fig. 4

 

fig 5

 

fig 6

 

fig 7

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button