Notizie Meteo

Mercoledì nuova instabilità: vediamo dove potrebbero colpire i temporali

Sebbene ormai in allontanamento, la goccia di aria fredda in alta quota continuerà ad influenzare il tempo sulla nostra regione mantenendo le condizioni favorevoli allo sviluppo di instabilità pomeridiana che si svilupperà soprattuto sulle zone montuose, in particolar modo del Pollino e della Sila.

Come mostrato, infatti dalle mappe di previsione delle piogge del nostro modello ad alta risoluzione WRF EMM-2 consultabile liberamente qui, dopo una notte tra martedì e mercoledì segnata dalla presenza di possibili sporadici piovaschi tra il lametino e le coste dell'alto Tirreno reggino (vedi fig. 1), seguirà una mattinata di mercoledì che dovrebbe registrare (vedi fig. 2) un rapido aumento della nuvolosità cumuliforme soprattutto sui rilievi montuosi di Pollino e Sila, dove saranno probabili (ma solo dalla tarda mattinata) le prime piogge anche a carattere di rovescio; ancora possibili, sempre in mattinata, isolati piovaschi sul vibonese e localmente su coste ioniche catanzaresi e reggine.

Nel pomeriggio di mercoledì (vedi fig. 3), i temporali nati nella tarda mattinata dovrebbero entrare nel loro pieno sviluppo, apportando precipitazioni sotto forma di rovesci e/o temporali soprattutto sulla Sila che, per domani, quindi, dovrebbe risultare la zona più colpita. Si noti che i venti in quota potrebbero far traslare di poco i temporali verso sud-est, quindi l'area urbana catanzarese potrebbe anche essere sfiorata dall'instabilità che si svilupperà sul massiccio silano.

Nella figura di copertina, si riportano le piogge previste complessivamente dall 8:00 sino alle 18:00 (sempre di mercoledì) sull'intero territorio regionale.

Nella serata di mercoledì, infine, i temporali sono previsti in rapido esaurimento lasciando campo a cieli quasi ovunque stellati.

 

fig. 1

 

fig. 2

 

fig. 3

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button