Notizie Meteo

L’INVERNO 15/16 IN CALABRIA

IL PIU' CALDO DI SEMPRE!!!!

UN INVERNO FOLLE, A TRATTI SCHIZOFRENICO: questi sono gli aggettivi che vengono in mente ripensando all’ìnverno 2015-2016 ormai archiviato (ricordiamo che da un punto di vista meteorologico l’inverno inizia l’1 dicembre e termina il 28 (o il 29) febbraio).

Non è mancato (quasi) nulla: 

– il mese di dicembre 2015 è stato uno dei mesi di dicembre più secchi della storia climatica calabrese al pari del 1985 (si legga il seguente articolo);

– nel mese di gennaio 2016 si è verificata una intensa ondata di freddo capace di apportare nevicate con temperature sottozero in pieno giorno anche nella città di Cosenza (si legga il resoconto di quel giorno), imbiancare Catanzaro e far vedere fiocchi a Vibo Valentia (si legga qui), ma di lasciare quasi a secco tutti i monti;

– il mese di febbraio 2016 è stato quasi ovunque, in Calabria, il mese di febbraio più caldo di tutti i tempi al pari del febbraio 1958 (si legga il seguente articolo);

– abbiamo visto spirare venti di scirocco eccezionali, come quelli del 28 febbraio, con raffiche sino a 136 km/h capaci di scoperchiare tetti e abbattere alberi (si legga qui);

– intanto è da rimarcare la siccità eccezionale della città di Crotone che non vede precipitazioni degne di questo nome almeno dal 28 novembre 2015;

il tutto condito dalla chiusura totale di tutti gli impianti di sci per mancanza di neve; impianti che hanno aperto per la prima volta solo in occasione delle nevicate del 4 marzo 2016 (….ma siamo già nella “primavera meteorologica”).

Insomma un inverno, lo si ripete, folle, schizofrenico, con tanti record abbattuti.

Sulla base dei dati del Centro Funzionale Multirischi della Calabria, analizziamo, pertanto, l’andamento climatico dell’INVERNO 2015/2016.

1. INIZIAMO CON L’ANALIZZARE L’ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE…  

…fornendo per ogni città i valori medi mensili delle minime, delle medie e delle massime:

CittàTemp. MinimaTemp. MediaTemp. Massima
Cosenza+4,9°+9,5°+15,2°
Crotone+9,5°+12,8°+15,8°
Catanzaro+8,8°+11,2°+14,4°
Vibo Valentia+7,6°+10,0°+13,0°
Reggio Calabria+11,5°+13,8°+16,6°

 

1.1 Escursioni termiche

Come si può notare la più grande escursione termica spetta sempre alla città di Cosenza (ben 10,3° di differenza tra le medie delle massime e delle minime) che mostra la media dei valori minimi più bassa (+4,9°) ed una media dei valori massimi molto alta (+15,2°) confermando le sue caratteristiche di città dal clima simil-continentale.

Le città con le più basse escursioni termiche, invece, sono risultate Reggio Calabria (soli 5,1° di differenza tra le medie di minime e massime) e Vibo Valentia (5,4°): evidente risulta in queste zone l’azione mitigatrice del mare.

1.2 Massime e minime assolute

La massima assoluta dell’inverno è stata addirittura di 25,3° registrata il 23 febbraio a Cosenza, notevoli anche i 24,5° di Reggio Calabria del 16 febbraio e i 24° del 23 febbraio di Vibo Valentia; la minima assoluta è stata invece di -4,3° registrati il 19 gennaio a Cosenza il giorno della nevicata (per vedere le massime e minime assolute dell’inverno 2015/2016 per ogni capoluogo vedi fig.1): in particolare Cosenza durante tutto l’ìnverno ha registrato ben 11 minime negative, mentre nessun altro capoluogo ha raggiunto valori sottozero!!!!

1.3 Le città più fredde e calde

Se analizziamo i valori medi, invece, le cose cambiano: la città capoluogo più calda è risultata di gran lunga Reggio Calabria (+13,8°) seguita da Crotone (+12,8°) (per vedere le temperature medie dell’inverno 2015/2016 per ogni capoluogo vedi fig.2).

La città più fredda è risultata invece Cosenza con una temperatura media di 9,5°. A ruota segue Vibo Valentia con +10,0° e Catanzaro con +11,2°.

1.4 Anomalie di temperatura

Vediamo adesso quanto questi valori si discostano dalle medie del periodo.

Ebbene, analizzando i dati forniti sempre dal Centro Funzionale Multirischi della Calabria, per il ventennio 1987-2006, per gli inverni (intesi come i mesi di dicembre dell’anno precedente, gennaio e febbraio), vediamo che le temperature medie e le relative anomalie dell’inverno 2015/2016 sono:

CittàMedia invernali (dic-gen-feb)

nel periodo 1987-2006

Anomalia termica dell’inverno 2015/2016
Cosenza+7,9°+1,6°
Crotone+10,3°+2,5°
Catanzaro+9,1°+2,1°
Vibo Valentia+8,5° (*)+1,5° (*)
Reggio Calabria+12,3°+1,5°

 

(*) per Vibo Valentia le osservazioni in telecontrollo sono incominciate solo intorno al 2000, quindi la media è stata calcolata sul periodo 2000-2015 (per vedere su carta le anomalie termiche dell’inverno 2015/2016 per ogni capoluogo vedi fig.3).

Come si vede una stagione invernale complessivamente MOLTO CALDA: si parla di anomalie termiche positive di oltre 1,5°, addirittura di oltre 2° a Crotone e Catanzaro.

In particolare si può notare che:

a Cosenza è risultato il 3° inverno più caldo dal 1951 in poi: il record spetta all’inverno 1957/1958 con +9,9° e 1987/1988 con +9,6°; l’inverno 2013/2014 chiuse invece con +9,2° (non considerati, perchè fortemente dubbi, i dati anteguerra e quelli del periodo 1970-1986).

a Crotone è risultato l’inverno più caldo di sempre: il precedente record spettava agli inverni 1958/59, 2000/2001, 2006/2007, 2013/2014 con +12,6° e al 1957/58 con +12,4°.

anche a Catanzaro è risultato l’inverno più caldo di sempre: il record precedente spettava all’inverno 2006/2007 con +11,1°, al 2013/2014 con +11° e al 1957/1958 con +10,9° (non considerati alcuni dati fortemente dubbi degli anni ’70).

a Vibo Valentia è risultato l’inverno più caldo dal 2000 (anno di inizio osservazioni): il precedente record apparteneva al 2013/2014 con +9,9° seguito dal 2000/2001 con +9,7°.

a Reggio Calabria è risultato l’inverno più caldo di sempre: il precedente record spettava al 1959/60 con +13,6°, seguito dal 2000/2001 e 1989/90 con +13,5° e dal 2013/2014 con +13,3° (non considerati alcuni dati fortemente dubbi degli anni ’70).

Si può notare come l’inverno 2015/16 è stato complessivamente l’inverno più caldo di sempre in Calabria, almeno pari ai caldi inverni di fine anni ’50 (1957/58 e 1958/59), e certamente più caldo di quelli miti degli anni ’00 (il 2001/02, il 2006/07, il 2013/14).

 

2. ANALIZZIAMO ORA LE PIOGGE…

…fornendo per ogni città i valori mensili di pioggia e il numero di giorni piovosi:

CittàPioggia inverno 2015/2016 [mm]N° giorni di pioggia
Cosenza280,436
Crotone40,215
Catanzaro17526
Vibo Valentia24239
Reggio Calabria137,829

Dati rappresentati in figura 4.

 

2.1 Anomalie di pioggia

Le medie del periodo 1987-2006 (in questo caso è possibile analizzare anche i dati della città di Vibo Valentia) e le relative anomalie, risultano, invece (vedi fig. 5):

 

CittàMedia di precipitazioni

(inverno)

[mm]

Anomalia di precipitazione 

(inverno 2015/2016)

[mm]

Anomalia di precipitazione

(inverno 2015/2016)

rispetto alla media 

Cosenza306,6-26,2-8,5%
Crotone224,6-184,4-82%
Catanzaro355,2-180.2-50,7%
Vibo Valentia322.4-80.4-25%
Reggio Calabria217-79.2-36%

 

Insomma un inverno 2015/2016 complessivamente meno piovoso della media, ma con sostanziali differenze: poco meno piovoso a Cosenza, moderatamente secco a Vibo Valentia e Reggio Calabria, molto secco a Catanzaro, estrememante secco a Crotone dove ha piovuto l’82% in meno della media del periodo.

 

2.2 Anomalie di giorni piovosi

Le medie del periodo 1987-2006 (in questo caso è possibile analizzare anche i dati della città di Vibo Valentia) e le relative anomalie, risultano, invece:

CittàMedia di giorni piovosi

(inverno)

Anomalia di giorni piovosi

(inverno 2015/2016)

Cosenza30,1+5,9
Crotone21,1-6,1
Catanzaro31,4-5,4
Vibo Valentia29,3+9,7
Reggio Calabria28,2+0,8

 

 

3. SINTESI CLIMATICA DELL’INVERNO 15/16 PER LE CITTA’ CAPOLUOGO CALABRESI

Inverno 2015/2016 ECCEZIONALMENTE CALDO con anomalie termiche che vanno dai +1,5° di Reggio Calabria e Vibo Valentia ai +2,5° di Crotone (passando per i +1,6° di Cosenza e i +2,1° di Catanzaro). Addirittura l’inverno 2015/16 si pone come uno dei più caldi di sempre, se non il più caldo in assoluto ovunque (tranne a Cosenza).

Da un punto di vista PLUVIOMETRICO si registra un inverno più o meno nella media a Cosenza (-8,5% circa rispetto alla media), moderatamente secco a Vibo Valentia (-25% circa) e Reggio Calabria (-36%), molto secco a Catanzaro (-50,7%)estremamente secco a Crotone (-82%)  dove in tre mesi si sono scaricati solo 40 mm di pioggia.

Quindi un inverno ’15/’16 CALDISSIMO E SECCO che però, passerà alla storia anche per una delle nevicate più importanti di tutti i tempi nella valle del Crati.

Al prossimo appuntamento!

 

Foto in copertina di Giuseppe Capalbo

FIGURA 1

FIGURA 2

FIGURA 3

FIGURA 4

FIGURA 5

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button