Notizie Meteo

Il cielo è sempre più blu!!!

Cliccate sull'immagine di copertina.

Una volta ingrandita, osservatela bene.

La foto è stata scattata da Laurignano (frazione di Dipignano – CS), cioè zona sud della valle del Crati, da smartphone molto famoso…(non certo da una fotocamera professionale): eppure se guardate bene al centro in basso, si noteranno le lontane creste del Pollino (distanti in linea d'aria ben 68 km), così come sulla parte superiore potrete notare un magnifico cielo dal blu intenso e profondo, il cielo calabrese di oggi mercoledì 29 luglio 2015.

Ma perchè la visibilità di oggi è stata così chiara ed il cielo così limpido e così profondo?

La risposta sta in un semplice concetto: bassa concetrazione di AEROSOL ATMOSFERICI.

Ma cos'è l'aerosol atmosferico?

Citando wikipedia: "L'aerosol atmosferico è composto da particelle e corpuscoli in sospensione all'interno dell'atmosfera la cui natura chimica è variabile" in dipendenza dell'origine, che può essere:

– naturale: come le sabbie (dust) dei deserti (ad esempio quello sahariano) trasportate dai venti o le spume marine che immettono in atmosfera il sale marino grazie sempre all'azione di trasporto operata dai venti;

– antropogenica (cioè causata dalle attività umane), legate quindi alle emissioni domestiche, industriali, di produzione energetica, o attività di trasporto: come il black carbon e gli aerosol solfatici.

Nell'ambito del sistema europeo di monitoraggio terrestre, denominato Copernicus (consistente in un complesso insiemi di sistemi che raccolgono dati da differenti sorgenti, come satelliti e strumenti "in-situ"), particolare importanza riveste il servizio di monitoraggio atmosferico  (Atmosphere Monitoring Service) il quale, tra l'altro, offre il monitoraggio e la previsione (forecast) della concentrazione di aerosol atmosferici. Le analisi sono basate sulle elaborazioni degli spettri di radianza 400-2100 nm acquisiti dai sensori satellitari, i quali forniscono una misura dell'abbondanza degli aerosol atmosferici in termini di "spessore di aerosol ottico" detto in inglese "Aerosol Optical Depth" (AOD), definito come l'integrale, su tutta la colonna atmosferica, del coefficiente di estinzione dell'aerosol (Kokhanovsky et al. 2007).

Nell'ambito di tale progetto sono disponibili, quindi, le mappe di previsione degli aerosol atmoferici su tutta l'Europa: la mappa relativa ad oggi 29 luglio 2015 ore 18:00, è quella rappresentata in figura 1; la legenda è semplice: passando dalla sfumature blu a quelle verdi, arancioni e rosse, aumenta la concentrazione degli aerosol atmosferici totali (cioè somma di quelli naturali e di quelli antropogenici, senza alcuna distinzione). Come si vede, sui cieli calabresi la concentrazione di aerosol è NULLA: da questo discende quindi la perfetta visibilità e la limpidezza dei cieli.

Se si dà un'occhiata a ciò che accadrà nei prossimi giorni, dalla figura 2 si vede come per domenica 2 agosto, nel pieno della prevista ondata di calore africana, i cieli calabresi saranno interessati da medio-alte concentrazioni di aerosol. Dalla figura 3, relativa alla concentrazione dei soli aerosol di origine sahariana (dust), si vede che la concentrazione totale degli aerosol della figura 2 è da attribuire pressochè TOTALMENTE al trasporto sulle nostre lande delle polveri sottili di origine sahariana ad opera dei caldi venti provenienti dall'entroterra algerino. 

Nei prossimi giorni l'aumento della concentrazione degli aerosol, verrà da noi notata con la comparsa di un cielo bianco, malaticcio, lattiginoso pur in assenza di nuvole.

E noi di www.meteoincalabria.com saremo lì a fotografare il cielo per un opportuno raffronto con quello odierno!!!!!

FIGURA 1

 

FIGURA 2

 

 

FIGURA 3

 

 

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button