Notizie Meteo

Gran caldo in Calabria: registrati valori massimi fino a +30°!!!

Come da previsioni (vedi nostro articolo di ieri), oggi sabato 15 ottobre, si è toccato il picco della veloce ondata di caldo di origine "tropicale continentale" proveniente dal nord Africa.

 

Dall'analisi dei dati della nostra rete e da quelli dell'Arpacal emerge che le temperature massime più significative sono state toccate, come previsto, sui litorali tirrenici:

il record spetta a Belvedere Marittimo (CS) (stazione rete Arpacal) con quasi +31° registrato addirittura alle 2:00 di notte quando, contemporaneamente, si verificò il picco della velocità del vento di 18 km/h causato da intensi venti di caduta che hanno surriscaldato per compressione adibatica l'aria in discesa dai monti della Mula che sovrastano, ad est, la località marina cosentina. 

Stesso discorso per Paola (CS) (stazione rete Arpacal) con quasi circa +28,5° registrato sempre alle 2:00 (vedi fig. 1) con picco di venti di circa 29,5 km/h (vedi fig. 2), ma anche per Tropea (VV) (stazione consultabile sulla nostra rete) con quasi circa +28,9° registrato alle 5:00 con picco di venti di circa 25,9 km/h, Rosarno (RC)(stazione rete Arpacal) con quasi +28,5° (alle ore 15:00) e Scilla (RC) (stazione rete Arpacal) con quasi +28° (alle ore 12:00).

Anche Reggio Calabria (stazione rete Arpacal) città, ha vissuto una giornata calda con una massima di quasi +28,5° alle 12:00.

 

Surriscalda per bene anche la valle del Crati, con Torano Scalo (CS) (stazione rete Arpacal) che registra una massima di quasi +29° (alle 13:00), Cosenza (stazione rete Arpacal) con quasi +28° (alle 12:00), Cosenza NORD (stazione consultabile sulla nostra rete) con quasi +28,7° e Castrolibero – Andreotta (stazione rete Arpacal) con +28,4°.

 

Molto calde anche le zone montuose, considerando che ai 1370 m slm di Gambarie d'Aspromonte (stazione rete Arpacal) si sono registrati +23°, stesso valore massimo verificatosi ai 1200 m slm di Cecita (CS) (stazione rete Arpacal). Considerevoli anche i +20° di Monte Scuro (rete Aeronautica Militare) a 1670 m slm e i quasi +18,5° di Camigliatello Monte Curcio (stazione rete Arpacal) a 1780 m slm! 

 

Si ricorda, in ogni caso, che tali valori, pur notevoli, non rappresentano nessun record e nessuna grossa anomalia: si è trattato della classica "ottobrata".

In passato sono stati toccati valori ben più CALDI ed ESTREMI nei capoluoghi di provincia calabresi, con il record di 37,4° registrato a Reggio Calabria il 27 ottobre del 1999 (dati Arpacal):

Cosenza
ottobre 1991 –> 35,7°
ottobre1993 –> 34,9°
ottobre 2012 –> 34°

Crotone
ottobre 1991 –> 33,3°

Catanzaro
ottobre 1991 –> 31,8°
ottobre 2006 –> 31,7°

Vibo Valentia
ottobre 2014 –> 32°
ottobre 2015 –> 32°

Reggio Calabria
ottobre 1991 –> 33,7°
ottobre 1999 –> 37,4°

 

fig. 1

 

fig. 2

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button