Notizie Meteo

Fugace peggioramento accompagnato da aria fredda; ancora neve sui monti

E' un marzo che fin'ora ha lasciato ben poco spazio alla primavera, e domani sarà nuovamente teatro di un veloce peggioramento del tempo ma di stampo invernale con un sensibile calo delle temperature ed il ritorno della neve sui monti.

La causa di tutto questo è da attribuirsi alla presenza di un vasto campo anticiclonico situato sulla penisola Scandinava che favorisce il rilascio, dal vortice polare, di gocce fredde in quota che scivolano di moto retrogado verso i Balcani interessando marginalmente anche il medio Adriatico ed il Sud. (vedi figura1)

FIGURA 1 – SCHEMA SINOTTICO SU SCALA EUROPEO

Proprio nella prossime ore una goccia fredda, fino a -32° alla quota di 5520 m in aria libera, irromperà sull'Adriatico generando la formazione di un fronte freddo che, domattina, raggiungerà anche la Calabria.

Sono attesi rovesci, occasionalmente anche a carattere temporalesco, che dal Cosentino si sposteranno verso sud interessando un pò tutta la regione. Le temperature diminuiranno sensibilmente con fiocchi di neve che su Pollino e Sila potranno cadere fino a 800/1000m. Su Serre ed Aspromonte, invece, inizialmente la quota neve si attesterà sui 1400m in calo fin verso i 1000/1100 nel pomeriggio-sera;non sono da escludersi fioccate a quote più basse in particolare nel cosentino interno.

Come anticipato, comunque, il peggioramento sarà molto breve. Venerdi nubi sparse specie sui settori ionici, dove ci sarà ancora occasione per deboli precipitazioni ma con tendenza al miglioramento . Le temperature, però, rimarranno ancora sotto le medie del periodo.

Per il weekend, poi, si prospetta tempo stabile con temperature in aumento…ma un nuovo peggioramento si fa strada per lunedi.

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button