Notizie Meteo

Freddo e maltempo: l’inverno non molla la presa

Da una fase perturbata all'altra, sempre sotto il tiro di correnti fredde dai quadranti settentrionali. Il leit motiv dei giorni prossimi venturi sarà più o meno questo, e non subirà mutamenti sostanziali.

Si comincerà già da domani mattina con piogge sporadiche sui settori tirrenici. Potranno aversi deboli nevicate sui rilievi di Sila e Pollino. Nel pomeriggio il maltempo si concentrerà maggiormente sulla bassa Calabria con rovesci  che potranno assumere anche carattere temporalesco. Il vero peggioramento si avrà però in serata, in concomitanza con l'ingresso di isoterme più fredde alla quota di riferimento degli 850 hpa sulla nostra regione. Versanti tirrenici in pole con temporali probabili su reggino e vibonese. La neve potrà fare la sua comparsa nuovamente su Sila, Catena CostieraPollinoSerre vibonesi e Aspromonte oltre i 900-1000 metri, ma non sono da escludere fioccate anche a quote più basse durante la notte nei rovesci più forti.

Mercoledì 25 ancora tempo brutto, in prima battuta su Calabria tirrenica, con piogge di intensità moderata o anche temporali. Ancora neve su Sila e Pollino sui 1000 metri circa, su Serre e Aspromonte oltre gli 800 metri. In serata migliora nel cosentino, mentre un aumento della copertura nuvolosa, con deboli fenomeni, si potrebbe avere sui versanti jonici. Come accennavamo all'inizio, tale fase perturbata sarà piuttosto duratura. Un cambio più deciso si potrebbe avre solo all'inizio della prossima settimana, ma ovviamente potremo essere più chiari solo nei prossimi aggiornamenti.

 

Tags

Ultimi Articoli

Back to top button